Damon Dash chiama i 'razzisti' della stampa durante il processo alla mamma

Damon Dash chiama i 'razzisti' della stampa durante il processo alla mamma

La ex mamma di Damon Dash piangeva sul banco dei testimoni giovedì, descrivendo la sua infernale notte in prigione dopo che il magnate hip-hop l'aveva arrestata.

Nel frattempo, Dash ha diretto la sua ira contro i giornalisti in tribunale per l'udienza, definendoli in modo bizzarro 'razzista'.



'Mi hanno ammanettato e trattato come un criminale', ha detto l'ex Dash, Linda Williams, 49 anni, attraverso le lacrime durante la testimonianza in un caso civile da 1 milione di dollari contro Dash, 42 anni.

Charlie Sheen Transexual

'Ero in quella cella di prigione. Faceva paura. Il cibo era orribile ', ha detto dell'incidente del 2009.



Dash aveva affermato che Williams gli aveva inviato 20 e-mail moleste, violando un ordine del 2001 del tribunale della famiglia di non contattarlo.

Drake incontri porno star

Ma Williams afferma di aver comunicato con Dash solo su suo figlio, Damon 'Boogie' Dash Jr., e sostiene che Dash l'ha fatta arrestare per impedire a Jr. di ottenere un ordine di protezione contro suo padre.

Il processo è apparso per scardinare una accigliata Dash, che ha ripetutamente tentato di provocare la reporter della Posta Julia Marsh, fino a quando non è stato urlato dal giudice Louis B. York: 'Lascia stare quella donna'!

'Non riesco a guardare? Non c'è niente di sbagliato nello guardare ', ribatté Dash.

Ken Griffin

Il co-fondatore della Roc-A-Fella Records in seguito fuggì in aula, chiamando la stampa 'razzisti', quindi aspettò fuori per registrare i giornalisti mentre urlava: 'Perché non scrivono mai buone storie sugli uomini di colore? Sono razzisti! mentre inseguiva i diari per due isolati.

Articoli Interessanti