Kathy Griffin balla in topless per celebrare le notizie di Manafort e Cohen

Kathy Griffin balla in topless per celebrare le notizie di Manafort e Cohen

La comica Kathy Griffin ha condiviso un video di se stessa ballando in topless per celebrare la notizia che Paul Manafort, ex presidente della campagna elettorale del presidente Trump, è stato dichiarato colpevole di otto crimini finanziari e il suo ex avvocato Michael Cohen si è dichiarato colpevole di otto accuse.

Griffin, 57 anni, un avversario schietto di Trump, apparentemente era di buon umore dopo aver appreso le notizie della bomba martedì.

La schiena di Griffin era posizionata verso la telecamera mentre danzava davanti alla sua finestra che dava su un'altra casa.

christine ouzounian tom brady

Ha pubblicato il video su Twitter con una didascalia in cui si afferma: 'Celebrando i verdetti di Manafort e Cohen ... in topless, naturalmente'.

Una giuria federale in Virginia ha condannato Manafort per otto motivi di frode bancaria e fiscale. L'ex presidente della campagna potrebbe essere condannato a una pena massima di 80 anni di carcere.

Nel frattempo, Cohen ha ammesso di violare le leggi sulla finanza della campagna federale organizzando pagamenti per il silenzio per la star del cinema per adulti Stormy Daniels e l'ex modella Playboy Karen McDougal 'alla direzione' dell'allora candidato Trump. In totale, Cohen si è dichiarato colpevole di cinque conteggi dell'evasione fiscale, un conteggio delle dichiarazioni false a un istituto finanziario, un conteggio della causa intenzionale a un contributo societario illecito e un conteggio del contributo eccessivo alla campagna. È previsto che sia condannato il 12 dicembre.

Griffin è stata colpita dal fuoco dopo aver posato in una foto a maggio 2017 con una testa recisa finta che doveva sembrare Trump. La foto cruenta ha suscitato indignazione sui social media, con il presidente stesso che ha definito l'immagine 'malata'. Griffin ha pubblicato un video di scuse in cui ha ammesso di essere 'andata troppo lontano'. Tuttavia, da allora ha detto che si rammarica di aver chiesto scusa e ripetutamente ripreso le scuse.

Samuel Chamberlain, Julius Young, Adam Shaw, John Robert, Alex Pappas e Peter Doocy della Fox News hanno contribuito a questo rapporto.

Articoli Interessanti